ASI il settore ARTI OLISTICHE E ORIENTALI

Discipline Bio Naturali Discipline Olistiche per la Salute

Story Highlights
  • Ente riconosciuto dal Ministero degli Interni
  • Ente riconosciuto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
  • Ente riconosciuto dal Coni
  • Ente riconosciuto dal Ministero della Solidarietà Sociale
  • Ente riconosciuto dal CIP Promozione Paralimpica
  • Ente aderente Forum Terzo Settore
  • Ente iscritto al Registro per le Pari Opportunità per la lotta alle discriminazioni
  • Ente iscritto al Registro Nazionale del Servizio Civile Volontariato
  • Rete Associativa Terzo Settore iscritta al Registro Nazionale APS
  • Scuola di Formazione accreditata alla Regione Lazio
  • Ente convenzionato per l'accreditamento e il rilascio degli ECM
L’

ambito di competenza del nostro Settore, a cui l’Ente demanda la formazione, è appunto quello delle “Discipline Bio Naturali, Discipline Olistiche per la Salute e delle Arti Olistiche e Orientali”. In particolare svolge divulgazione culturale, formazione, ricerca, sperimentazione, ordinamento regolamentazione e promozione nel campo delle tecniche e pratiche ispirate alla cultura del sapere, tecniche olistiche tradizionali, energetiche, salutistiche provenienti dall’estremo oriente e dalle culture tradizionali occidentali, nonché metodi e discipline intellettuali emergenti e innovative che hanno come scopo il raggiungimento del benessere e lo sviluppo psicofisicospirituale e armonico della persona, dell’atleta, attraverso la prevenzione e la cura, usando metodi non invasivi e che, in questo contesto, non prevedono alcuna finalità terapeutica.

Il Settore si propone di definire un quadro di riferimento formativo, teorico e pratico, con linee guida atte alla realizzazione di una struttura di coordinamento nazionale della  formazione, con un’impronta pedagogica innovativa, includendo l’utenza  nella fase di progettazione sociale, volontariato e del lavoro.

Al Settore sono iscritte oltre 200 associazioni su tutto il territorio nazionale alle quali forniamo una serie di servizi, vanta importanti iniziative tra cui la costituzione di associazioni professionali  ai sensi della Legge 4/2013, inoltre offre una serie di opportunità per lo sviluppo associativo tra cui la visibilità e la tracciabilità della formazione erogata dalle associazioni accreditate.

Il riconoscimento e l’approvazione di nuove discipline arricchisce continuamente l’offerta formativa , valorizzando, l’Opera Intellettuale dell’ideatore e dell’associazione proponente.

Il Settore autorizza le associazioni a svolgere corsi di formazione con programmi standard nazionali; i corsi e gli eventi sono pubblicati sui nostri siti nazionali e social network; equipariamo le qualifiche e titoli con il rilascio del Diploma Nazionale ASI, Tesserino Tecnico, Iscrizione all’Albo Nazionale e laddove previsto il rilascio del libretto formativo.

Forniamo aggiornamenti sulle normative del Terzo Settore, consulenza e assistenza per la presentazione di progetti e inoltre, l’ assistenza per l’iscrizione al Registro Regionale e Nazionale delle APS; convenzioni per realizzazione di siti web, polizze integrative, tesseramento a tutela del consumatore.

Il Settore racchiude un campo molto vasto di attività non condizionate dalla logica del profitto e accompagna le associazioni nella promozione sociale, culturale e ambientale, valorizzando il lavoro prezioso del volontariato, da sempre tra le principali risorse dell’Italia, aggregando le competenze ed esperienze diffuse in tutto il territorio nazionale e promuovendo la conformità delle associazioni alla riforma del Terzo settore  comunicando una visione unitaria,  capace di rappresentare le reali esigenze di promozione sociale.

Si precisa che in Italia non esiste una legislazione in merito all’ordinamento di tali attività e comunque sono legittimate ai sensi della costituzione Italiana agli articoli 3-4-33-35-41 e dal Codice Civile agli artt. 2060-2061-2229 – purché non si invadano settori riservati alle professioni sanitarie (medici, fisioterapisti, infermieri);  vi sono inoltre leggi regionali e infine le associazioni di professionisti  di cui la legge 4/2013.

Il SETTORE, nel 2014, si è iscritto all’UNI – Ente Nazionale di Unificazione italiana, nella Commissione U08 e la nostra presenza è stata determinante per alcune scelte che avrebbero creato un precedente di non poco conto sul piano della formazione e che avrebbe potuto danneggiare professionalmente sia gli operatori formati dal Settore, sia tutti quegli operatori che hanno svolto i programmi formativi rispettando i parametri storici imposti dalle singole discipline. Nel 2020, non essendoci presupposti di intenti condivisi, il SETTORE ha dato le dimissioni da SOCIO UNI.

Check Also
Close
Back to top button